Chi siamo

Benvenuti nel sito dei genitori dei Coordinamenti dei Consigli di Gestione Sociale di Nidi e Scuole d’Infanzia di Modena!

Locandina genitorimodena06

Pagina ufficiale dei genitori dei Coordinamenti dei Consigli di Gestione Sociale di nidi e scuole d’infanzia del comune di Modena.

ART. 8 Coordinamento consigli.
E’ composto da tutti i presidenti dei consigli di gestione o, in caso di loro assenza, dai vicepresidenti, dai componenti di Interscuola, da un dirigente del settore P.I., dal coordinamento pedagogico delle scuole d’infanzia .
L’ordine del giorno sarà inviato pure ai collettivi delle scuole, che – compatibilmente con il monte ore concordato – potranno delegare un loro rappresentante. Qualora si ritenga indispensabile la presenza ad una seduta dei delegati del personale, potrà essere richiesto al settore di provvedere in merito.

ART. 9 Segreteria del coordinamento.
Il coordinamento consigli elegge un presidente ed un vicepresidente nel proprio seno, scelti all’interno della  componente genitori; se presidente e/o vicepresidente non sono rinnovati, si intendono prorogati quelli dell’anno precedente, purché non abbiano perso la qualità di utenti del servizio. Su richiesta di almeno 5 componenti il  coordinamento, questo si esprime sulla revoca di presidente e/o vicepresidente.
Tali presidente e vicepresidente, assieme ad un altro presidente di consiglio di gestione designato dal  coordinamento consigli, al presidente di interscuola, ad un pedagogista del coordinamento pedagogico infanzia e ad un dirigente amministrativo, compongono la segreteria del coordinamento consigli. Compito di questo organo è definire data ed ordine del giorno del coordinamento consigli, individuare le informazioni e la documentazione  necessaria, tenere i contatti con gli altri organismi interni ed esterni all’Amministrazione Comunale.
Provvederà pure a determinare, a seconda dei contenuti dell’o.d.g., se invitare o meno tutte le componenti  dell’organo collegiale o l’eventuale allargamento a tutti o parte dei genitori delle scuole, ad altri soggetti interni od esterni all’Amministrazione che possano risultare utili alla trattazione dell’argomento in esame. Sarà cura della  segreteria proporre opportuni contatti con la gestione sociale delle scuole d’infanzia statali, in particolare per ciò che concerne le problematiche d’interesse comune.

ART. 10 Funzionamento del coordinamento.
Il coordinamento consigli è convocato dal Presidente dello stesso su proposta di:
– due componenti la segreteria,
– sette presidenti di consigli di gestione,
– la commissione interscuola sulle materie delegate alle Circoscrizioni.
L’Assessore alla P.I. può convocare il coordinamento consigli e gli altri organismi della partecipazione nei servizi  educativi comunali per proporre iniziative, sollecitare verifiche, informare su iniziative e raccogliere pareri.
Gli incontri del coordinamento hanno validità quando risulti presente almeno il 50% dei presidenti dei consigli di gestione. Un segretario del coordinamento verbalizza le espressioni di volontà espresse nel corso di ogni seduta.
Nella espressione dei pareri preventivi obbligatori e nella formulazione delle proposte da avanzare agli organi  deliberativi comunali necessita il parere favorevole della maggioranza dei Presidenti presenti, in ogni caso in
numero non inferiore a 7.
Il coordinamento potrà organizzare la propria attività anche per gruppi di lavoro.
Il servizio amministrativo del settore P.I., compatibilmente con la disponibilità di risorse umane e materiali,  organizza il lavoro di segreteria necessario al funzionamento del coordinamento consigli.

ART. 11 Competenze.
Al coordinamento consigli è attribuito il potere di formulare le proposte all’organo deliberativo competente, che potrà approvarle o respingerle, ma non modificarle, sui seguenti punti:
– determinazione della quota fissa per tutti gli utenti da inserire, per l’anno scolastico successivo, nelle rette per la creazione del fondofinalizzato alle iniziative degli organi di gestione, che sarà redistribuito ai  consigli in proporzione al numero dei bambini iscritti alla singola scuola; tale somma non potrà superare il 10% delle rette in vigore per l’anno scolastico in cui si delibera.
– fissazione della quota fissa per tutti gli utenti da inserire nelle rette finalizzata al finanziamento dei progetti didattici generalizzati a tutte le scuole; tale somma non potrà superare il 20% delle rette in vigore per l’anno scolastico in cui si delibera.
L’Amministrazione comunale prevederà una quota integrativa dei fondi di cui ai punti precedenti per la parziale copertura del mancato pagamento delle somme deliberate dal coordinamento da parte degli utenti esonerati.
Il coordinamento consigli esprime pareri preventivi obbligatori sui criteri generali inerenti le seguenti materie:
– ammissione alle scuole d’infanzia, dimissioni, controllo della frequenza;
– definizione delle rette e dei criteri di applicazione delle stesse;
– approvazione, modifiche e integrazioni del progetto pedagogico;
– organizzazione dei servizi per i bambini di 3-5 anni (prolungamento orario, prescuola, ecc.);
– modifiche della rete scolastica dei servizi 3-5 anni;
– organizzazione del servizio di mensa scolastica.
– modifiche e integrazioni al presente regolamento.
Il coordinamento consigli viene informato almeno 5 giorni prima dell’adozione degli atti amministrativi necessari relativi alle seguenti materie:
– programma annuale di aggiornamento del personale delle scuole d’infanzia;
– distribuzione del monte ore annuale del personale;
– calendario scolastico;
– definizione annuale del numero di posti disponibili per ogni singola struttura;
– contratti di lavoro e applicazione di istituti contrattuali e normativi al personale dei servizi 3-5 anni;
– programmi di investimento e di manutenzione straordinaria relativi alle scuole d’infanzia.
Il coordinamento consigli può, inoltre, discutere ogni tematica che inerisca i servizi formativi rivolti all’infanzia. Confronta e raccorda le esperienze delle singole strutture e può individuare un piano di lavoro relativo ad iniziative comuni a più scuole d’infanzia, al raccordo coi nidi, con le materne statali, con le scuole elementari, con altri organismi della partecipazione o istituzioni. Il coordinamento propone al settore P.I. l’organizzazione del controllo sul servizio di ristorazione scolastica ed il conseguente regolamento.

4 thoughts on “Chi siamo

  1. Complimenti,sito molto utile ed interessante.
    Vi chiedo la possibilità di poter attingere informazioni ed effettuare link al vostro sito per il blog del Don Minzoni.
    Saluti,
    Michele

    • Ci scusiamo per il grande ritardo col quale rispondiamo. Per quanto si sente dire dovrebbe essere bandito un concorso a tempo determinato proprio in questo periodo. Il nostro consiglio è di visitare il sito del Comune di Modena all’indirizzo http://www.comune.modena.it.
      Grazie per averci contattato e scusa ancora per il ritardo nella risposta…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...